My Biography

Martina Salvatore, nata a Sulmona il 28 Aprile 1982, vive a Siena, è un'educatrice d'infanzia per professione e un'artista autodidatta che ha sempre disegnato per gioco. L'arte per lei è evasione, meditazione, uno spazio intimo per ascoltarsi ed ascoltare. Un terreno fertile che l'appassiona e la incuriosisce, da scoprire in punta di piedi, con la delicatezza che la contraddistingue.
La tecnica utilizzata consiste in carboncini e gessetti che l'artista usa come un prolungamento di sé, distribuendone e sfumandone il colore direttamente con le mani. Tutto parte sempre dagli occhi, poi il disegno prende forma dinamicamente, in una danza di sagome che ancora non esistono, in un gioco di colori che nascono e cambiano sulle dita e prendono vita solo alla fine, quando l'artista decide i dettagli da sottolineare, esaltandoli con il carboncino. Tutto quello che Martina ci propone è materialmente mutevole, estremamente volatile, effimero. Basta quasi un soffio per cancellarlo o almeno questa è l'impressione che arriva all'osservatore, grazie anche al parallelismo speciale tra l'irripetibilità dello sguardo ritratto e la volatilità della materia che da vita a ciò che si sta ammirando.
Il tutto è contraddistinto dall'incantevole tratto stilistico di Martina, che attraverso i suoi disegni racconta l'amore per la letteratura d'infanzia, regalandoci figure femminili delicate e poetiche, quasi fiabesche, creature fantastiche che rievocano l'immaginario comune della femminilità.

Ciò che siamo in ogni momento è mutevole, effimero.
L'essere effimere ci appartiene. Vi appartiene.

Luisa Patta

Contatti: Instagram martina.salvatore82
Facebook Martinachalkart

12 Febbraio 2018

Leave A Comment