Universal Message

“lei”

luna di tralci,
avvolta cariatide al manto sommesso
in trucioli d'ombra ed amplessi di volta,
dal ventre perpetuo nuotammo l'aurora,
gli anziani, le stelle,

l'esempio ci colga,
augurale sgomento,
al fabbricato sale,
foresta di braci e raccolti, racconti
cui sciolsi i miei polsi,
la vena maestra,
le barche a poco a poco,

a poco
tormentata madre,
dal porto alle appendici ti ho versata, vessata
per fiaschi inabissata arida,
piegata a questa lancia,
a questo dolore
nell'estensione ritorto,
giunto alla riva in postulati d'amore,

l'invocazione
di un unico pronome

K.K.

Bologna , 03 Agosto 2021

Scrivi un commento


Torna in cima