Agrigento, 29 Settembre 2017

I l silenzio del tempo Il silenzio del tempo Non fa rumore, Ruba i minuti al mondo Passa sulle anime E tace Il silenzio del tempo Toglie fuoco al dolore. Ruba il calore dal vento Chiude gli occhi al Sole. Non ho mai avuto paura del tempo Muto guerriero che ghermisce la mia aria Ma se penso che vorrei tornare indietro E so che non posso, Muta mi arrendo E mi…

Continua


Roma, 29 Settembre 2017

T he moment, suspended in time, in which for the first time of Jesus and Peter eyes meet. Exhortation "Follow me", the man abandons the nets and all his life to go on with Jesus. A particular juncture transposed in a modern way: "Follow me (before the end)" aimed at men of all ages but especially to those who find themselves living in "the last days," characterized by the collapse of…

Continua


Casa, 28 Settembre 2017

Come una radio che non si è mai accesa ma solo ricomincia Oggi , domani , ieri P.


Bologna, 28 Settembre 2017

La mia anima compressa, schiacciata, tenuta in pugno da me stessa. Continua lotta tra ciò che sono e tra ciò che vorrei essere. Appaio ormai come un vulcano che non aspetta altro, se non riversare il contenuto sulle proprie pendici. Instagram: diariodibordo_




Talvolta annaffio fiori già avvizziti, rimembro ciò che verrà. Scrivo l'esistenza alla luce del buio, rammendo l'aurora che veste i miei sogni. La felicità è un chiaroscuro di mestizia.


Palermo, 28 Settembre 2017

L a tela del ragno Bada, uomo, Di non cadere Nella tela Del ragno: Occhi aperti, Spalancati, Non saranno Sufficienti. Basta un attimo Di distrazione, Una rosa, Un'ombra storta, E la tela Ti rivolta: Puoi tentare Di gridare, Ma nessuno Può sentirti Con la bocca Impastata, Ammutolita, Incartata. Il sovrano Già si muove, E tu ascolti La vibrazione: Tra le zampe Tien la tela, E sfilaccia La matassa. Per paura Perdi…

Continua


Napoli, 28 Settembre 2017

Meriti primavere nei tuoi autunni ma invece hai sempre avuto inverni nelle tue estati Enza. Instagram: im_enza


Reggio Calabria, 28 Settembre 2017

Non è saggio vivere nel mondo dei sogni. Ma colui/lei che smette di sognare non si è reso conto che è già morto


Soriano nel cimino, 28 Settembre 2017

I nostri sorrisi macchiati dai ricordi migliori, da tutti quei discorsi che non siamo mai riusciti a fare, consumati da tutti quei tramonti che i nostri cuori non riusciranno mai a scorgere. I tuoi sorrisi tormentati da tutti quei respiri che hai deciso di trattenere, l'argine dei nostri stessi confini. Giorgia Pallotta




Canto Libero (prima e seconda edizione) È una raccolta di versi, tutti diversi...strie, rumori dell'anima che fibrillano al suon di poesia, sfumature di sensazioni, emozioni vivide del momento.


Parma, 28 Settembre 2017

D io, dicci dove sei nostro dio, dicci come fai a restare fermo, immobile, inerme, stoico, esterno. Dicci come fai a vedere questo tuo sacro mondo cadere, distruggersi, cospargersi in pezzi ridicoli e sparsi. Quest'africa sfruttata, odiata, maltrattata, amata, adorata, venerata, giocata a dadi o in un'unica estrema puntata. Quest'America che si stende come un velo bianco e congiunge i due poli che reggono il mondo. Ma di poli in realtà…

Continua