Universal Message

Maria Antonietta d'Asburgo-Lorena.
Maria Antonia Giuseppina Giovanna d' Asburgo Lorena, figlia di Maria Teresa d'Asburgo e Francesco I di Lorena, nacque il 2 Novembre 1755 a Vienna. Trascorse la sua infanzia a Schonbrunn fino al 1770, quando fu data in moglie a Luigi XVI, delfino e futuro Re di Francia. Giunta a Versailles, ricevette una calorosa accoglienza da parte del re e della corte, mentre la favorita di Luigi XV, Madame Du Barry, non entrò mai nelle simpatie della delfina a causa del suo passato oscuro come donna di piacere, e venne soprannominata da Maria Antonietta "la creatura". Alla morte di Luigi XV, Maria Antonietta divenne Regina e dispensò simpatie ad alcuni privilegiati cortigiani quali la contessa Yolande Gabrielle de Polignac, la principessa Marie Thérèse de Lamballe e la principessa di Guemenee che godevano di ogni privilegio, approfittando della bonta' della Regina e della debolezza del Re.

Ma la popolarita' della Regina, da tempo non era piu' quella che le era stata riservata l' 8 giugno 1773 in occasione della sua prima entrata ufficiale a Parigi: spinta dalle cattive amicizie di cui si era circondata, creo' innumerevoli cariche ufficiali inutili (come quella di Sovrintendente alla Casa della Regina riservata alla principessa di Lamballe), compro' vestiti e gioielli in straordinaria quantita' (Mademoiselle Bertin, dopo essere diventata la modista della Regina, divenne famosa in tutto il Paese) e spese cifre esorbitanti per adattare il Petit Trianon ai propri gusti e per costruire il suo Teatro privato, dove pochissimi privilegiati avevano il permesso di assistere alle sue rappresentazioni, e l'Hameau, un villaggio di campagna in miniatura nel parco di Versailles, dove amava travestirsi da contadinella e passare cosi' il tempo in compagnia della sua cerchia di amici. Il suo cuore, pero', era generoso e le sue donazioni alla popolazione bisognosa erano cospicue, ma troppo spesso le sue stravaganze venivano criticate e cio' contribui' ad accrescere l'odio che il popolo provava verso di lei e a scatenare la Rivoluzione Francese. I francesi inoltre attendevano da tempo un erede e finalmente il 19 Dicembre 1778 nacque la sua prima figlia, Maria Teresa Carlotta, duchessa d' Angouleme (detta anche Madame Royal), dopo un parto molto difficoltoso durante il quale Maria Antonietta rischio' di perdere la vita.

Successivamente ebbe altri tre figli: Luigi Giuseppe, che morì prematuramente per difficolta' respiratorie, Luigi Carlo, duca di Normandia e futuro Luigi XVII, la cui morte pare risalga all'eta' di dieci anni, ma non e' mai stata accertata, e Maria Sofia Elena Beatrice, che morì di tubercolosi all'eta' di un anno. L' euforia, pero', non duro' a lungo e il 5 Ottobre 1789 migliaia di donne marciarono a piedi da Parigi a Versailles chiedendo pane e armandosi come veri soldati. Una volta arrivate alla reggia, trascorsero la notte all' aperto, ma alle cinque del mattino, scortate dagli uomini del generale Lafayette, entrarono nel palazzo: le guardie della Regina si fecero uccicere per darle il tempo di rifugiarsi negli appartamenti del Re. Giunta qui, Maria Antonietta usci' e saluto' la folla: fu una prova di grande coraggio, per questo Lafayette, si inchino' e, dopo averle baciato la mano, il popolo grido': "Viva la Regina!" cominciando, pero', a malignare su un possibile rapporto fra quest'ultima e il comandante della Guardia Nazionale.

Quello stesso giorno la famiglia reale fu trasferita da Versailles a Parigi , nel vecchio e disabitato palazzo delle Tuileries. Il pericolo per il Re e la Regina cresceva ogni giorno maggiormente, per questo nel 1791 decisero di fuggire: alla fuga parteciparono Maria Antonietta, Luigi XVI, Madame Royale e il piccolo Luigi, vestito da bambina, Madame Elisabeth de France, sorella di Luigi XVI, e il conte Hans Axel de Fersen, il bel conte svedese da sempre intimo amico della Regina, travestito da cocchiere; ma il 20 giugno, a Varennes, vennero riconosciuti e riportati a Parigi. In quel lungo viaggio il popolo francese insulto' la Regina chiamandola "austriaca" e chiedendo che fosse condannata a morte. La famiglia reale venne imprigionata nella torre del Tempio e il 21 gennaio 1793, alle 10.20, Luigi XVI venne ghigliottinato in Place de la Revolution. A Maria Antonietta, dopo essere stata trasferita alla prigione del Tempio vennero sottratti i figli e nel 1793 fu trasferita alla Conciergerie: il 16 ottobre alle 12.15 venne condotta anch' ella al patibolo, vittima di quella ghigliottina che rappresento' il periodo del Terrore.

Firenze, 22 Novembre 2017

Leave A Comment