Palermo, 20 Dicembre 2017

Rimpiango quel giorno distesi nel letto

per ore a parlare di niente, 

A baciarci ovunque per una notte intera,

Scaldati da abbracci interminabili, interrotti 

da un sorso d'acqua che bloccava la sete,

Sete viziata dal calore di quella stanza, bollente ma che non soffocava,

Ma era comodo, la tua pancia confortevole,

Dove avrei dormito per ore, consapevole dei tuoi occhi su di me col sorriso compiaciuto dall'avermi in balia di te.

Rimpiango quel giorno perché mi sarebbe bastato per tutta la vita, e non avrei chiesto altro se non un altro e ancora un altro. 

Leave A Comment