Universal Message

(TVB - Tashy)

Odio quest'era! Non mi appartiene. Non ho niente che mi accomuni. Sono solo contemporaneo.
Anzi no, nemmeno.
Io, al massimo, c'ero.
Quello che vi accomuna è quella grande solitudine interiore. Quella che vi obbliga a saturare i vuoti con invii e attese.
Più inviate e più giga, ai sentimenti, togliete.
Figuriamoci ai rapporti...
Inviate messaggi per "far prima", per aver più tempo a disposizione.
E quando avete più tempo a disposizione, lo usate per chattare con discrezione.
"E...scusami, non ho capito. Puoi ripetermi!?! Stavo scrivendo"...
I tradimenti "on line" viaggiano in wi-fi e i veri rapporti restano in stand-by.
C'è più trasgressione nell'aprire una conversazione con l'altro davanti, che slacciare l'ultimo bottone al suo pantalone.
Amori nati in chat, rapporti gestiti per messaggio.
Profilo in comune e profilo falso. Ma io ti dico vivimi, se hai il coraggio. Tienimi, che ad usarmi son brave tutte a farlo.
Scrivete "ti amo", ma sarebbe già tanto, e di più, scrivere "ti chiamo", per poi dirsi "ci vediamo" e poi ancora "viviamo". E già questo è il "ti amo"...
Ho un telefono che ha tutto, che fa tutto...
Ma io ho te, ho il mio tutto!
Sto con te perché voglio te, non mi serve altro! Non ti rischio per un "messaggio"...
Sospendete la connessione dati, camuffate nomi in rubrica, silenziate la suoneria...
Uscite in sua compagnia e con l'ansia siete in tre in pizzeria.
Ma perché?!!
Odio quest'era! Non mi appartiene. Non scrivermi TVB, dimostramelo se mi vuoi bene!
(Tashy)

Foggia , 11 Gennaio 2019