Universal Message

Irda Edizioni È LIETA DI PRESENTARE LA NUOVA SILLOGE POETICA DI Iris Vignola
"NON SOGNO E NON REALTA'"

L’opera della poetessa Iris Vignola ha un’aurea di misticità che la rende unica e intensa. L’autrice vive il suo mondo poetico con franchezza, con giustizia e verità.
La poesia è l’arte letteraria per eccellenza e riuscire ad assecondarla, domarla e possederla è cosa alquanto ardua ma Iris, con l’abilità del suo linguaggio aulico e vibrante, sa come renderla efficace, vera, a tratti essenziale. La visione poetica dell’autrice è intimista, è un occhio che si posa con garbo sulla vita e ne scruta la sua bellezza ma anche il lato oscuro, fino alle sue contraddizioni. La vita è irta, colma di ostacoli, di dure salite, di dolori. Sa come ferire e come colpire al cuore e questo l’autrice lo sa perfettamente e lo rende vivido e drammatico nei suoi versi. Essere donne non è mai semplice, spesso seppur forti le donne cadono in quell’oscuro limbo dell’amore sbagliato, forse accettato per paura o remissione. Iris si aggrappa al suo dolore con tutte le forze cercando comunque di trarne speranza, sogno di un domani migliore che può sempre nascere anche dalle situazioni più crude e difficili.
Così prendono vita splendide melodie d’amore che evocano sentimenti dolci, teneri, sussurrati, agognati come àncora di salvezza e pronti per essere vissuti.
L’artista sa scindere perfettamente le due facce dell’amore, sa cosa l’amore riesce a togliere ma anche cosa l’amore riesce a dare e come riesce a farlo, cancellando in un sol attimo il grigio torpore che ha incatenato l’anima per anni.
I temi trattati dalla poetessa sono svariati e mai banali. L’amore si rispecchia poi nella contemplazione, nella ricerca della fede, di quel fiume purificatore che può salvare dalla disillusione della vita. Intense e toccanti sono le dediche ai genitori in cui Iris sa emozionare emozionandosi. Tante le metafore e le immagini utilizzate: dal mare alle stelle, agli angeli, alle creature divine, in una sorta di grande teatro dove realtà e sogno si fondono in un concerto di parole dal sapore antico ma attuale.
Potrei dire mille cose ancora ma la poesia va sentita e non raccontata e quindi lascio a voi il compito di rivelare quanto bella è l’opera della poetessa Iris Vignola.

LA SPEZIA, 13 Maggio 2018

Scrivi un commento