Universal Message

"alla volta"

Ne dicono i giganti,
dei teneri ammaliati il parabrezza,
a volte lodi disposte per valore,
come ritagli dal tempo sciagurato avvolte,
ritardi sghembi dell'immaginazione
oppure le scialuppe dell'aorta,
le cartoline riportate dall'oblio,
poi c'è contatto ma un po' come sparirsi,
lo spazio di un abbraccio d'artefatto
nel chiedersi più spazio,
la società dei piccoli decaloghi,
ombra sulla facoltà nel digiunato
e quanta debolezza dirsi fame,
silenzio e carestia ovvero carne,
sapore e piogge,
stretta la mano.

K.K.

Bologna , 04 Gennaio 2020

Scrivi un commento