Universal Message

Er grande pentolone

L'artro giorno 'n regazzino m'ha domannato
"Che cosa strana, com'è ch'er mare è salato?"
Oddio, mo che je risponno?
E' piccolo, mica je posso spiega' com'è nato er monno.

C'ho pensato e ripensato e m'è uscita 'na favoletta
Me la so 'nventata, ma pe lui è perfetta
Tanto tempo fa, diss'io, Dio ciaveva 'n sacco de 'nvitati
Quelli s'apettavano 'n cenone, erano tutti affamati

E sì perchè se doveva festeggia' che er monno era stato creato
St'evento nun poteva de certo passa' inosservato
Dio allora disse: "Mo je faccio 'na zuppa de pesce!
Me serve 'n pentolone enorme, a gente nun fa che cresce!"

Cerca e ricerca ne trovò uno immenzo
Lo riempì d'acqua con 'n diluvio 'ntenzo
Mentre stava a butta' giù er sale
je arivò 'na notizzia colossale

L'omo, che aveva da poco creato,
ne la vita de tutti li giorni, se sentiva stressato
Così pe 'sta cosa nun se rese conto
che de sale nun fece sconto

L'acqua era assai salata
Purtroppo 'a zuppa de pesce era saltata
Così li pesci ar mare ce li lasciò vive
Ce mise pure de le stelle dentro pe ricorda' 'e serate estive

Allora vide che all'omo 'sto pentolone salato 'o rilassava
Così je lo regalò e a la vista sortanto, er core umano s'allietava
St'idea a Dio je piaceva tanto che pure si j'era venuto salato
era felice perchè er soriso dell'omo aveva ritrovato.
- Loredana Aureli -

Roma, 05 Ottobre 2020

Torna in cima